Sostenibilità al centro delle nuove proposte System Ceramics a Tecna 2022

Efficienza energetica, sostenibilità ambientale e valorizzazione della supply chain sono alcuni degli elementi innovativi che caratterizzano la partecipazione di System Ceramics a Tecna 2022.

Efficienza energetica, sostenibilità ambientale e valorizzazione della supply chain sono alcuni degli elementi innovativi che caratterizzano la partecipazione di System Ceramics (Gruppo Coesia) a Tecna 2022 (Hall B5, Stand 040).

Non è più possibile, infatti, parlare di un “agire industriale” senza concepirlo come un “agire sostenibile”: un approccio alla produzione che presti attenzione alle risorse energetiche, preservandole e contenendo i costi; che ricicli le materie prime per limitare gli scarti e i consumi superflui, e per dar vita a nuovi cicli continui; che crei tecnologie sempre più eco-friendly e che inviti l’intera catena produttiva, compresi i dipendenti e i fornitori, all’utilizzo e al rispetto di misure sostenibili.

Allo stesso tempo, si va sempre di più verso la valorizzazione del concetto di supply chain che, mettendo in stretta correlazione il prodotto tra fornitore e cliente finale, insiste e investe su un attento monitoraggio della catena di approvvigionamento in termini di efficienza, efficacia e sostenibilità.

Dalla supply chain alla sostenibilità, il passo è dunque quasi nullo e System Ceramics lo propone in ogni suo ambito produttivo e in ognuna delle tecnologie in mostra a Tecna.

Smaltatura e decorazione digitale

Nel campo della decorazione digitale, la stampante Creadigit Infinity si distingue per la potenza di calcolo mai vista prima, grazie all'elettronica di ultima generazione sviluppata dalla business unit System Electronics. Un’evoluzione così esclusiva non poteva prescindere da una forte attenzione all’ambiente. Grazie all’utilizzo di inchiostri a base acqua si ottiene un calo delle emissioni tra il 40 e il 50%, si migliora contemporaneamente la qualità dell’aria e dell’ambiente di lavoro, oltre a ridurre la necessità di manutenzione a favore di una più lunga vita della macchina. Questo, sempre garantendo performance di altissimo livello, che vengono alimentate dalle possibilità di integrazione del mondo Creadigit con il sistema di visione evoluto Creavision e-view, e con il nuovo Eye-tron. Quest’ultimo, dialogando in tempo reale con Creadigit, consente proprio la perfetta sincronizzazione della grafica di superficie con gli effetti full-body.

L’affermazione della stampa digitale ha imposto anche una rivoluzione della linea di smaltatura. Tra le novità di spicco a Tecna 2022 c’è infatti Digiglaze, la macchina con tecnologia digitale per la smaltatura di supporti ceramici studiata e brevettata da Tecno Italia, azienda nata nel 1994 e oggi parte di System Ceramics come Tecno Italia Digital. Nel caso di Digiglaze si può facilmente parlare di una “smaltatura al dettaglio”, che permette il massimo controllo della portata di scarico e della stesura. Anche qui la sostenibilità è in primo piano, con un’importante riduzione di emissioni e scarti, un risparmio di smalto fino al 35% all’anno, e un bassissimo impatto ambientale dovuto dall’eliminazione del processo di nebulizzazione e dall’assenza dell’impianto di aspirazione.

Digiglaze

A queste innovazioni si aggiungono i vantaggi apportati da Genya, il sistema adibito al tracking dei pezzi composto da software proprietario e hardware. Genya permette di coordinare la stampa tra macchine che si trovano in punti diversi della linea produttiva: un importante contributo che consente di ottimizzare al massimo i tempi di produzione e di processo complessivo, ma al contempo evitare sprechi di materia prima.

Dalle funzioni di sincronizzatore, sequenziatore e collettore istantaneo di Genya, si passa alla espressione massima della digitalizzazione con Hypermate powered by Prime, la piattaforma di servizi software sviluppata per consentire di organizzare i flussi informativi di interi stabilimenti in modo altamente integrato e connesso, generando al contempo considerevoli vantaggi in termini di riduzione degli sprechi energetici e delle materie prime.

Genya HMI

Pressatura ed essiccazione

Nel contesto della pressatura, Superfast rappresenta la tecnologia consolidata di maggior rilievo, grazie alla flessibilità produttiva dovuta al processo senza stampo a sfrido zero – la materia prima viene recuperata al 100% nella pressa – e dove i consumi energetici sono tra i più bassi della categoria, con uno 0,1kwh/mq. Una flessibilità implementata dalla tecnologia di Fastcut con modulo per il taglio a crudo, che si adatta alle caratteristiche di ritiro dell’atomizzato: il risultato, oltre alla qualità produttiva, si traduce anche in un notevole risparmio della materia prima, di energia e di gas. La fiera sarà anche l’occasione per la presentazione ufficiale di Fastdry, il primo essiccatoio multicanale orizzontale. Progettato per utilizzare l’aria calda proveniente dal raffreddamento del forno che tiene in temperatura i moduli, Fastdry riduce al minimo le emissioni e l’utilizzo di energia termica proveniente dalla combustione di gas naturale.

Superfast

Le automazioni per il fine linea

Una nuova incursione green System Ceramics l’ha riservata anche al fine linea. Si parte da Falconslab, il nuovo sistema automatico di palettizzazione compatto per la movimentazione di grandi lastre ceramiche da 800x1200 mm fino a 1800x3600 mm; si tratta di una macchina dalle dimensioni ridotte, più leggera, che richiede meno energia e meno manutenzione.

Si prosegue con Multistore per la movimentazione automatica su panconi di materiale cotto. Qui spicca la nuova concezione di presa per carico e scarico basata sui brevetti del sistema di manipolazione dei bracci, che muove più materiale consumando meno energia; inoltre, la sua conformazione – quasi totalmente acciaio e alluminio - la rende più leggera del 30% rispetto alle macchine tradizionali.

Vi è poi Cartonstrap, che sostituisce la reggiatrice di plastica utilizzando solo cartone, comportando un risparmio di circa 2 milioni di metri di reggetta plastica all’anno per linea di produzione.

Ampliando ulteriormente gli orizzonti nel rispetto dell’ambiente, System Ceramics presenta anche la nuovissima Sidewrap, un evoluto sistema di confezionamento wrap a cornice, completo di porzionatore, indipendente e dalle dimensioni ridotte, che permette di abbassare al minimo il quantitativo di cartone utilizzato, con una conseguente riduzione dei costi di circa il 30%; inoltre, la possibilità di scegliere la protezione angoli doppi rende superfluo l’utilizzo degli angolari in plastica, con il correlato beneficio ecologico.

Molti, dunque, i settori permeati di una innovazione che parla sostenibilmente, in modo compiuto e concreto, portando beneficio ai processi industriali e all’ambiente, oltre all’aumento della qualità del prodotto finito.

In maniera trasversale, tra il ciclo di pressatura e quello digitale, tra le lastre più evolute e il design più ricercato, si colloca quella che si propone come una nuova rivoluzione per il settore ceramico: è Genesis, tecnicamente un sistema di decorazione tridimensionale a tutta massa, con controllo digitale dello scarico delle polveri atomizzate colorate, installato sul caricamento della pressa. Genesis porta la produzione di lastre ceramiche oltre le frontiere della tecnologia attuale, nella direzione delle pietre naturali, utilizzando la tecnologa digitale a tutta massa.

Qualitron

Articoli correlati

Leggi altro in "Tecnologia"